Come scegliere la giusta tapparella?

//Come scegliere la giusta tapparella?

Come scegliere la giusta tapparella?

Le tapparelle sono una delle soluzioni più utilizzate per la copertura e la protezione delle finestre delle propria abitazione: in commercio ne esistono vari tipi e in diversi materiali, ma con il tempo può capitare che occorra operare una sostituzione delle tapparelle, per cui è bene conoscerne prima le caratteristiche e il costo.

La sostituzione delle tapparelle, infatti, è un’operazione che richiede naturalmente un’ottima conoscenza delle varie modalità di montaggio che cambiano a seconda della struttura della finestra e del materiale della tapparella stessa, per questo spesso richiede l’intervento di un tapparellista esperto.

Di certo al momento dell’acquisto è bene conoscere le varie tipologie di tapparelle e le caratteristiche di ciascun tipo, così come i vari pro e contro.

Tapparelle in pvc o alluminio: quali sono le migliori?

Tra le più diffuse ci sono senz’altro le tapparelle in pvc e quelle in alluminio.
Le tapparelle in pvc sono una delle scelte più frequenti da chi desidera un risultato esteticamente gradevole, ma anche una soluzione per coprire le proprie finestre che sia resistente, duratura nel tempo. Non ultimo, è molto apprezzata da chi desidera poter pulire le tapparelle in modo pratico e veloce.

Il pvc in questo senso assolve al suo compito grazie alle ottime caratteristiche del materiale, quali resistenza e longevità, oltre ad un ottimo grado di impermeabilità che rende questa tipologia di tapparelle più sicure in caso di intemperie. Il pvc ha inoltre una buona capacità di isolamento termo-acustico che evita di lasciar passare eccessivamente i rumori provenienti dall’esterno.

A parità di altri materiali, come ad esempio l’alluminio, le tapparelle in pvc sembrano essere di gran lunga migliori dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo, visto che il costo è tutto sommato contenuto. Di conseguenza anche la sostituzione delle tapparelle, in questo caso, risulta essere meno dispendiosa.

Grazie alle sue caratteristiche, il pvc (ovvero il cloruro di polivinile, un materiale termoplastico molto versatile) ha sostituito ormai da tempo altri materiali anche meno resistenti come il legno, poco impermeabile e facilmente deteriorabile nel tempo, oltre che più impegnativo dal punto di vista della manutenzione.

Le tapparelle in alluminio, al contrario, sono sì resistenti, non deformabili e pratiche anche da pulire, ma hanno uno svantaggio che deriva dalla natura stessa del materiale: essendo l’alluminio un metallo ad alta conduzione, favorisce la dispersione termica e anche l’entrata di rumore proveniente dall’esterno.

Tra le due tipologie di tapparelle dunque, quelle in pvc sono senz’altro consigliate.

Tapparelle in legno: caratteristiche, pro e contro

Le tapparelle in legno sono sicuramente la scelta migliore dal punto di vista estetico perché sono eleganti e bellissime da vedere, ma hanno degli inconvenienti non da poco.

Nel caso delle tapparelle in legno infatti, è la manutenzione l’elemento più importante del quale tenere conto: essendo il legno un materiale poroso e facilmente attaccabili dagli agenti atmosferici esterni, ma anche ampiamente deteriorabile nel tempo, è facile che si vada incontro alla necessità di una sostituzione delle tapparelle già dopo qualche anno.

Per mantenere questa tipologia di tapparelle inalterate e belle più a lungo si può comunque ricorrere a trattamenti isolanti che ne rafforzano la copertura esterna, rendendole meno vulnerabile. Inoltre, una corretta manutenzione di infissi e persiane in legno può senz’altro aiutare a prolungarne la vita. La sostituzione delle tapparelle è però un elemento da mettere sicuramente in conto se si sceglie questo tipo di materiale.

By | gennaio 22nd, 2019|News|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment